logo
in quale pagina sei
            in quale pagina sei ==> itinerari ==> dall'Alpe spessola al Monte San Primo per la via di cresta       
i borghi
 
itinerari
 
geolocalizzazione
 
SITI DI TREKKING
pagina ufficiale del Club Alpino Italiano
trekking e outdoor
scopri le migliori escursioni guidate nella tua zona
libreria per corrispondenza
vivere la montagna in sicurezza e conoscerla in compagnia
trekking italia
sentieri e itinerari escursionistici
trekking in Lombardia
camminare in compagnia, viaggiare a piedi
sentieri di montagna
il paese dei cammini
viaggi a piedi
rifugi della Lombardia
vie normali
centinaia di itinerari a tua disposizione
la cresta sud-ovest vista dalla strada di avvicinamento alla partenza del sentiero
Dall'Alpe Spessola al Monte San Primo per la via di cresta

mappa CMTL: [].
mappa Google: [].
traccia gps.
partenza: dall'Alpe Spessola.
parcheggio: a pagamento negli spazi predisposti dal Comune di Sormano presso la Colma del Tivano.
statistica: [].
note: la prima parte dell'itinerario si svolge su stradina agro-silvo-pastorale, ed Ŕ comune alla salita dalla Colma del Tivano per la via normale (itinerario descritto a questa pagina web). All'Alpe spessola i due itinerari si dividono. Da segnalare solo la lunghezza: 17,2 A/R (Ŕ quella della via normale, che Ŕ simile alla lunghezza dell'itinerario qui descritto. Pur essendo una via di cresta non vi sono particolari difficoltÓ.


itinerario: arrivati all'Alpe Spessola [].si incontra sulla dx un sentiero []; si percorre un breve tratto erboso [] e si trovano sulla sinistra tracce di sentiero in modesta salita [ ], la traccia, ormai diventata un sentiero battuto, procede verso una staccionata [] poi si curva leggermente a sinistra e si costeggia la recinzione [  ] si procede ora sulle pendici del Monte Ponciv [] e si supera la staccionata passando per un cancelletto (da richiudere). Si procede ora, a monte del recinto verso un Faggio [], il sentiero, quasi pianeggiante, taglia le pendici del Monte Ponciv [], ma poi arrivati a un bivio si prende a dx e si sale ripidi sul pendio del monte [  ]. Si costeggia una polla usata per abbeverare gli animali [], superatala ancora un piccolo strappo [  ] e si raggiunge la cima del Monte Ponciv (1453 mt) [  ]. Si inizia ora una breve discesa [ ], raggiunta la Bocchetta di Terrabiotta ci si ricongiunge con la stradina agro-silvo-pastorale della via normale [ ]. Si abbandona immediatamente la stradina che tende a sx e si sale diritto per tracce di sentiero costeggiando una recinzione [   ] e si arriva ai ruderi di uno skilift, non pi¨ in uso causa un contenzioso fra i proprietari e la CMTL, oltre all'ennesima antenna [   ]. Superato il ripetitore inizia la cresta vera e propria, che coincide con l'ultimo terzo del tracciato, da percorrere con prudenza ma non ci sono difficoltÓ [    ]. Ci si avvicina alla Cima del Costone [ ]; a sinistra sulle pendici della cresta si snoda il percorso della via normale su stradina agro-silvo-pastorale []. Raggiunta la Cima del Costone si percorre il sentiero in falsopiano [] e la Cima del San Primo si avvcina []. Poi una breve discesa [] ricongiunge l'itinerario di cresta con la via normale [], e si segue la stradina [ ] sulla sinistra Ŕ visibile l'imponente Crestone sud-ovest (il cui itinerario Ŕ descritto a questa pagina web) ]. Poco oltre sulla dx si stacca un ripido sentiero: il tratto finale di cresta sino alla cima [   ]. La cima Ŕ il punto pi¨ panoramico del Triangolo Lariano, dalla sua sommitÓ il paesaggio Ŕ molto affascinante e di ampio respiro: a sud le dolci colline della Brianza e la pianura verso gli Appennini, a nord lo skiline delle Alpi di confine [           ].
contatti  |  segnala sito  |  mappa del sito  |  cerca nel sito   |     |   webmaster   |  ?
tutti i diritti riservati © acweb-2004.it
info validazione w3c 
 
 
Crestone sud-ovest
chiudi