logo
in quale pagina sei
            in quale pagina sei ==> Triangolo Lariano ==> Sasso di Preguda       
Tra i due rami del lago
 
i borghi
 
itinerari
 
geolocalizzazione
 
IMMAGINI
SITI DI TREKKING
pagina ufficiale del Club Alpino Italiano
trekking e outdoor
scopri le migliori escursioni guidate nella tua zona
libreria per corrispondenza
vivere la montagna in sicurezza e conoscerla in compagnia
trekking italia
sentieri e itinerari escursionistici
trekking in Lombardia
camminare in compagnia, viaggiare a piedi
sentieri di montagna
il paese dei cammini
viaggi a piedi
rifugi della Lombardia
vie normali
centinaia di itinerari a tua disposizione
Sasso di Preguda.

Il Sasso di Preguda, č un masso erratico proveniente dalla Val Masino e trasportato dai ghiacciai sino a uno sperone del Monte Moregallo a 647 mt, nel comune di Valmadrera in provincia di Lecco. Č posto in un luogo estremamente panoramico, a strapiombo sul ramo del lago di Lecco del Lario, da qui č ben visibile la cittŕ di Lecco con le sue montagne, come il Resegone e il San Martino…, i laghi di Garlate e Olginate e spostando lo sguardo a destra il lago di Annone, il primo dei laghi Briantei, e poi giů verso la Brianza.

Ha la forma di un prisma a quattro facce, lungo circa sei metri, largo tre e alto sette per un volume di oltre cento metri cubi. Sulla cima del Sasso di Preguda fu issata una croce di ferro che indicava una delle stazioni nelle processioni di penitenza che si svolgevano nei tre giorni delle “rogazioni”, con canti di litanie dei Santi e altre preghiere per implorare da Dio, i beni spirituali e la prosperitŕ delle messi e dei frutti della terra.

Una targa, posta nel 1978, ricorda Antonio Stoppani che dedicň un poemetto alla storia del masso.:
" Sulle acute rocce
adagia appena appena il grave fianco,
siccome lasso pellegrin che dorma,
assiso allato a polverosa via,
pronto nuovo cammino, appena il sonno
gli avrŕ rifatta la perduta lena;
o com'aquila audace che un istante
raccolga il volo sull'aereo poggio,
bramosa di lanciarsi ove si annera
per soverchi seren, l'aere sottile,
coll'immota pupilla incontro al sole
".


Nel 1895, per volere del parroco di Valmadrera, Don Giuseppe Valera, e con l’aiuto di volenterosi contadini, iniziarono i lavori per la costruzione della piccola chiesa dedicata a Sant’Isidoro da realizzare addossata a una delle pareti del Sasso di Preguda, che fu poi inaugurata il 12 maggio 1899, festa liturgica di Sant’Isidoro. L’interno della chiesa č semplicissimo e raccolto: l’abside č la parete del Sasso dove č stata ricavata una nicchia che accoglie la statua di Sant’Isidoro, sulla parete destra č appeso un bassorilievo in legno raffigurante la Madonna con bambino e un “ex voto”. Č stata restaurata negli anni '80 del secolo scorso.

La Pietra Pendula č raggiungibile con i seguenti itinerari:
contatti  |  segnala sito  |  mappa del sito  |  cerca nel sito   |     |   webmaster   |  ?
tutti i diritti riservati © acweb-2004.it
info validazione w3c