logo
in quale pagina sei
            in quale pagina sei ==> itinerari ==> da Veleso ai Monti di Erno, all'Alpe Colmenacco e al Sasso del Calvarone       
i borghi
 
itinerari
 
geolocalizzazione
 
SITI DI TREKKING
pagina ufficiale del Club Alpino Italiano
trekking e outdoor
scopri le migliori escursioni guidate nella tua zona
libreria per corrispondenza
vivere la montagna in sicurezza e conoscerla in compagnia
trekking italia
sentieri e itinerari escursionistici
trekking in Lombardia
camminare in compagnia, viaggiare a piedi
sentieri di montagna
il paese dei cammini
viaggi a piedi
rifugi della Lombardia
vie normali
centinaia di itinerari a tua disposizione
bolgia dei Monti di Erno
Da Veleso ai Monti di Erno, all'Alpe Colmenacco e al Sasso del Calvarone

mappa: []
traccia gps: Veleso - Monti di Erno --- Monti di Erno - Sasso Calvarone.
partenza: dal parcheggio a monte dell'abitato [].
parcheggio: buone possibilità di parcheggio.
statistica: Veleso - Monti di Erno [] --- Monti di Erno - Sasso Calvarone [].

itinerario: il percorso si svolge su una strada percorribile da veicoli 4x4, in parte asfaltata, in parte su cemento, ciotoli e sterrata; porre attenzione ai veicoli che transitano (anche se molto raramente). Seguendo l'indicazione di cartelli [] si percorre la strada in ripida salita [], una curva a dx e si raggiungono le ultime case di Veleso [], e si entra nel bosco illuminato dalla luce del mattino [ ]. Prima di un tornante a sx si stacca un tratto della vecchia mulattiera che poi si riconnette con la strada. Dopo il tornante si procede in leggera salita nella Valle di Loarno, fino ad in contrare una sorgente [  ], e poco più avanti si supera una cappelletta ]; continuando a percorrere la strada [] si arriva a una curva dove sulla dx si stacca un sentiero che conduce ai Monti di Là [], poco oltre si oltrepassa la baita Miralario [  ], che è posta in un punto panoramico [  ]. Superata la baita si giunge nei pressi dell'allevamento di vacche di razza highlander dei Monti di Loarno, posto accanto ad alcune baite [ ]. Si prosegue sulla stradina, ora in leggera discesa [] e in breve si arriva ai Monti di Erno dove vi sono delle baite, uno stagno detto "La Bolla" e una cappellina [      ]; sulla dx si stacca il sentiero che sale alla Forcoletta [], dove prendendo a sx si sale la Monte Colmenacco (1281 mt) mentre a dx parte la crsta nord del San Primo (1686 mt). Continuando sul percorso principale, si inizia una breve salita che porta ad attraversare un bosco di betulle [   ]; poi la strada spiana e sulla sx si incontra il sentiero che sale da Erno []. Poi si inizia a scendere [ ], e si giunge a un tornante dove a dx inizia il sentiero per la cima del Monte Colmenacco [ ; sul percorso non è infrequente incontrare animali al pascolo (mucche o capre selvatiche) [  ]. Si esce dal bosco e la strada forma una sinuosa "S", che sempre in discesa solca il pascolo [ ] e si arriva all'agriturismo "la Capra Rupestre" posto sull'Alpe Colmenacco [ ]. All'Alpe Colmenacco arriva anche un sentiero che sale da Vico di Nesso; lo si ignora e si prosegue diritto (oltre ad un cancello che delimita il pascolo). La strada, ora sterrata, è in parte pianeggiante e in parte in discesa [] e si arriva al "Sasso Calvarone" detto anche "Sasso del Diavolo" [    ].
Al ritorno è molto consigliabile una piccolissima deviazione, arrivati al bosco sulla sx c'è un cancello chiuso, ma si può superarlo di fianco, entrare e scendere fra le piante, seguendo una labile traccia, fino ad arrivare a un bellissimo e minuscolo laghetto fra gli alberi [     ].

Il Sasso Calvarone: è posto su una spalla del Monte San Primo, lungo il sentiero che da Carvagnana di Lezzeno sale all'Alpe Colmenacco a circa 907 mt s.l.m., è posto in una posizione panoramica che prospetta verso il nord del Lario. Il masso, depositato da imponenti movimenti glaciali del quaternario, è una roccia ghiandone proveniente dalla Val Masino. Il termine dialettale Calvrun significa dosso o calvario; misura 15x15x19 mt. Su un fianco è posta una scala che permette di salire sopra il masso, per meglio ammirare il panorama. La pietra Calvarone è anche conosciuta con il nome di Sasso del Diavolo, secondo una antica tradizione locale ogni volta che gli abitanti provavano a piantare una croce sull'enorme pietra, al primo temporale veniva abbattuta dai fulmini, e i supestiziosi abitanti credevano venisse bruciata dal diavolo.
contatti  |  segnala sito  |  mappa del sito   |     |   webmaster   |  ?
tutti i diritti riservati © acweb-2004.it
info validazione w3c 
 
tutte le pagine sono validate "W3C"


A cosa serve la validazione W3C? - Serve perché esistono delle regole per scrivere pagine web e se tutti seguono le stesse direttive, tutti i tipi di browser possono visualizzare correttamente le pagine dei nostri siti. Se le direttive sono uguali per tutti, allora anche i vari browser possono adeguarsi ed in questo modo una pagina web viene visualizzata in modo corretto a prescindere dal browser, dall'hardware o dal sistema operativo utilizzato.

Perché un sito dovrebbe essere certificato W3C? - La certificazione stabilisce che il sito è tecnicamente conforme agli standard del W3C e questo anche a dimostrazione della qualità costruttiva nella realizzazione del sito web. Inoltre il W3C indica che il sito è fruibile da tutti, a garanzia della massima accessibilità da parte degli utenti, indipendentemente dalla condizione fisica, dalla lingua, dalla dislocazione geografica, dall'hardware, dal browser e dal sistema operativo.
Inoltre: avere un sito conforme W3C è ulteriore garanzia di rispetto ed attenzione verso tutte le persone diversamente abili.
 
Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS
chiudi
info per la navigazione nel sito


Versione sito: 1.1 -- del: 12/07/2021 - Il sito è ottimizzato per una risoluzione di 1024x768px; con risoluzioni video inferiori compariranno le barre di scroll.

E' stato realizzato e testato per essere visualizzato correttamente con i seguenti browser:
Microsoft Edge 89.x - Opera 75.x - Firefox 87.x - Safari (win) 5.x - Google Crome 89.x. Tutti i marchi citati sono dei rispettivi proprietari.
Browser consigliato: Mozilla Firefox

Browser più vecchi potrebbero non supportare le moderne tecnologie presenti nel sito e non visualizzare correttamente le pagine.
 
chiudi