logo
in quale pagina sei
            in quale pagina sei ==> itinerari ==> da Carvagnana (Lezzeno) al Sasso Calvarone       
i borghi
 
itinerari
 
geolocalizzazione
 
SITI DI TREKKING
pagina ufficiale del Club Alpino Italiano
trekking e outdoor
scopri le migliori escursioni guidate nella tua zona
libreria per corrispondenza
vivere la montagna in sicurezza e conoscerla in compagnia
trekking italia
sentieri e itinerari escursionistici
trekking in Lombardia
camminare in compagnia, viaggiare a piedi
sentieri di montagna
il paese dei cammini
viaggi a piedi
rifugi della Lombardia
vie normali
centinaia di itinerari a tua disposizione
Sasso Calvarone
Da Carvagnana (Lezzeno) al Sasso Calvarone

mappa: []
[traccia gps
  - un po' dopo l'inizio la traccia è confusa e contorta, segno di una pessima presenza di segnale gps.
partenza: da Carvagnana [ ].
parcheggio: gratuito, ma con alcuni posti auto riservati ai residenti. Il parcheggio libero ha pochi posti auto, ma generalmente sempre liberi.
statistica: [].
note: sentiero sempre immerso nel bosco, ben individuabile, ma in alcuni punti un po' esposto (ci sono catene che aiutano). Molto ripido, infatti in 2,3 km si copre un dislivello di oltre 600 mt.


itinerario: si attraversa la piccola frazione [] e si entra immediatamente in un bosco, il sentiero è ben intuibile, ma comunque sempre segnalato con bolli bianchi e rossi []. Poco dopo si intercetta un canalone, sfogo d'acqua piovana: fare attenzione non lo si deve seguire ma lo si attraversa e si risale la sua sponda dx su traccia poco visibile! Si arriva così a un pianoro erboso dove è presente una baita abbandonata [], poi il sentiero inizia ripido a salire con una lunga gradinata formata da massi appositamente posati su di esso []; si arriva a un primo passaggio un poco esposto, ma c'è una catena che aiuta []. Si continua nel bosco dove prevalgono Carpini e Castagni. Inaspettati, viste le strette curve di livello, ci sono dei brevi tratti che concedono un po' di respiro, e si arriva a un piccolo masso erratico un po' nascosto dalla vegetazione []. Anche qui, come già segnalato in altri itinerari, le amministrazioni locali e la Comunità Montana del Triangolo Lariano si disinteressano della cura del territorio: è presente un enorme tronco che sbarra il sentiero. Per fortuna, con un po' d'attenzione e di fatica si riesce ad aggirarlo a monte [] (aprile 2021), più avanti un'altra pianta di traverso sul sentiero []. Pur essendo ricoperto da foglie il sentiero è sempre ben visibile e i bolli bianco e rossi sulle piante aiutano []; si continua in ripida salita alternata da brevi tratti piani e si arriva al canalone della Val Fontana, dove il sentiero, tagliato su ripido pendio, è in parte franato, ma una lunga catena aiuta [    ]. Un breve tratto pianeggiante [] e poi si risale []; di tanto in tanto il bosco si apre mostrando il panorama sul lago e sui monti della sponda opposta []. Ancora un tratto con sentiero stretto su ripido pendio un po' esposto, dove è posato un cavo d'acciaio [], si risale con sentiero a gradini [] e si arriva a un masso erratico: il Sasso Tasera []. Si supera uno spiano dove è presente una vecchia baita [], si prosegue a sx e poco dopo si intravede il Sasso Calvarone [] che si raggiunge in qualche minuto [   ]. Il luogo è anche un ottimo balcone panoramico sul lago sottostante e sui monti a nord [       ].
All'Alpe Colmenacco c'è un agriturismo, con animali: mucche, capre, pecore, e non di raro è possibile incontrarli sui sentieri [   ].


Il sasso del Calvarone è un grande masso di ghiandone trasportato e abbandonato dai ghiacciai quaternari, la pietra si trova lungo il sentiero che da Carvagnana [frazione di Lezzeno] sale fino a Colmenacco [nel comune di Nesso], il sasso è in una stupenda posizione panoramica a circa 920 metri di altitudine. Misura 15 metri di lunghezza, 15 metri di larghezza e 19 metri di altezza; su un lato della roccia è posizionata una scaletta per facilitare l'esplorazione della superficie.
contatti  |  segnala sito  |  mappa del sito   |     |   webmaster   |  ?
tutti i diritti riservati © acweb-2004.it
info validazione w3c 
 
tutte le pagine sono validate "W3C"


A cosa serve la validazione W3C? - Serve perché esistono delle regole per scrivere pagine web e se tutti seguono le stesse direttive, tutti i tipi di browser possono visualizzare correttamente le pagine dei nostri siti. Se le direttive sono uguali per tutti, allora anche i vari browser possono adeguarsi ed in questo modo una pagina web viene visualizzata in modo corretto a prescindere dal browser, dall'hardware o dal sistema operativo utilizzato.

Perché un sito dovrebbe essere certificato W3C? - La certificazione stabilisce che il sito è tecnicamente conforme agli standard del W3C e questo anche a dimostrazione della qualità costruttiva nella realizzazione del sito web. Inoltre il W3C indica che il sito è fruibile da tutti, a garanzia della massima accessibilità da parte degli utenti, indipendentemente dalla condizione fisica, dalla lingua, dalla dislocazione geografica, dall'hardware, dal browser e dal sistema operativo.
Inoltre: avere un sito conforme W3C è ulteriore garanzia di rispetto ed attenzione verso tutte le persone diversamente abili.
 
Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS
chiudi
info per la navigazione nel sito


Versione sito: 1.1 -- del: 12/07/2021 - Il sito è ottimizzato per una risoluzione di 1024x768px; con risoluzioni video inferiori compariranno le barre di scroll.

E' stato realizzato e testato per essere visualizzato correttamente con i seguenti browser:
Microsoft Edge 89.x - Opera 75.x - Firefox 87.x - Safari (win) 5.x - Google Crome 89.x. Tutti i marchi citati sono dei rispettivi proprietari.
Browser consigliato: Mozilla Firefox

Browser più vecchi potrebbero non supportare le moderne tecnologie presenti nel sito e non visualizzare correttamente le pagine.
 
chiudi